Carrello C.G. Edizioni Medico Scientifiche          Facebook C.G. Edizioni Medico Scientifiche    Google + C.G. Edizioni Medico Scientifiche    Linkedin C.G. Edizioni Medico Scientifiche    Newsletter C.G. Edizioni Medico Scientifiche
C.G. EDIZIONI MEDICO SCIENTIFICHE    /    +39 011 37.57.38    /    cgems.clienti@cgems.it    /    accedi all'area
- Riviste / Decidere in Medicina -
II Speciale COVID-19 Vademecum  

II Speciale COVID-19 Vademecum

Vademecum per la cura delle persone con malattia da COVID-19
Edizione 2.0, 13 marzo 2020
 
SIMIT
Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali
SEZIONE REGIONE LOMBARDIA
 
  • QUESTI AGGIORNAMENTI SONO GIA' DISPONIBILI NELL'AREA RISERVATA DEL SITO PER TUTTI GLI ABBONATI NELLA SEZIONE 'LE TUE RIVISTE'
  • PER LEGGERE L'INTERO ARTICOLO SCARICANDO IL PDF E' NECESSARIO PROCEDERE CLICCANDO SUL PULSANTE ACQUISTA (A PREZZO €0). NESSUN COSTO SARA' ADDEBITATO
  • AUTENTICARSI CON LE PROPRIE CREDENZIALI SE SI POSSIEDE GIA' UN ACCOUNT
  • DIVERSAMENTE E' NECESSARIO REGISTRARSI SUL SITO
  • SELEZIONARE BONIFICO COME MODALITA' DI PAGAMENTO, QUINDI CLICCARE SU CONFERMA IL TUO ORDINE. A QUESTO PUNTO LA PROCEDURA E' CONCLUSA
  • ENTRO 24 ore lavorative IL PDF VERRA' VISUALIZZATO NELLA PROPRIA AREA PERSONALE (SEZIONE 'LE TUE RIVISTE') DEL SITO CGEMS.IT
 


Categoria: Riviste / Decidere in Medicina
Autore: AAVV
Anno di pubblicazione: 2020
Pagine: 15
Formato: pdf


digitale - codice: 3925_O - 0,00 €    


Descrizione:
COVID‐19: VADEMECUM SIMIT 
 
Introduzione

Nel febbraio 2020 l’emergere dell’epidemia di COVID-19 (COrona VIrus Disease 2019) in Italia e, soprattutto, in Lombardia, con potenziale esito fatale in una rilevante proporzione di casi, ha determinato la necessità di predisporre strumenti che siano di supporto ai clinici per le decisioni terapeutiche, sulla base dei pochi dati disponibili in letteratura.
Non esiste nessuna molecola registrata per il trattamento di infezioni da COVI-19. Esistono tuttavia delle sperimentazioni in corso sull’utilizzo di alcuni antivirali che hanno mostrato efficacia su COVI-19 sia in vitro che su modelli animali nonché in sperimentazioni aneddotiche. Soprattutto, ci si può avvalere dell’esperienza derivante dall’uso di agenti virali su virus appartenenti alla medesima famiglia di Betacoronavirus, specificatamente i virus responsabili della SARS e della MERS.
L’emergenza nella quale si trova la comunità scientifica nell’affrontare l’epidemia di COVID-19 fornisce il razionale per l’utilizzo di antivirali nonostante le evidenze scientifiche siano ancora preliminari.
 
Letalità e comorbidità da COVID-19
Il centro per il controllo e la prevenzione delle malattie cinese (China CDC) ha recentemente pubblicato la più ampia casistica di COVID-19, aggiornata all’11 febbraio 2020, a complemento di altri report più limitati dalla città di Wuhan in Cina. Da quanto riportato in quest’analisi descrittiva, sono stati 44672 i casi accertati, dei quali la maggior parte è compresa nella fascia di età tra i 30 e i 79 anni (87%), mentre solo una minoranza si colloca nelle fasce di età estreme (1% circa tra 1-9 anni e il 3% ≥80 anni).
Il tasso di letalità complessivo è stato del 2,3% (1.023 morti su 44.672 casi confermati). Tra i fattori determinanti del rischio di morte si segnala:
• L’età: il tasso di letalità sale all’ 8% nei pazienti tra i 70-79 anni e può arrivare al 14,8% in quelli con età ≥ 80 anni.
• La presenza di comorbidità: la letalità sale al 10,5% nei pazienti con malattie cardiovascolari, 7,3% nei diabetici, 6,3% in soggetti con malattie respiratorie croniche, 6% negli ipertesi e infine 5,6% nei pazienti oncologici.
• La gravità della presentazione clinica: mortalità del 49% nei pazienti definiti critici. Anche in uno studio descrittivo delle caratteristiche clinico-epidemiologiche di 41 pazienti con COVID-19, viene segnalata l’importanza prognostica della presenza di comorbidità associate. Sul totale dei pazienti (n=41), 8 (20%) erano diabetici, 6 (15%) erano ipertesi e 6 (15%) presentavano patologie cardiovascolari. Tra questi, 13 pazienti (32%) sono stati condotti in terapia intensiva per necessità di supporto ventilatorio per ipossiemia o insufficienza respiratoria.
Ad oggi, tuttavia, rimangono incertezze sul tasso di fatalità dell’infezione.
Nel complesso, le lezioni apprese dall’epidemia di SARS del 2003 sono apparse utilissime per affrontare l’epidemia in corso di COVID-19.
 

 
Ultime News




Articolo del 29/04/2020
I TEST ANTICORPALI NELLA DIAGNOSI DI INFEZIONE DA COVID-19
Categoria: Speciale Covid per MMG

maggiori informazioni ››

Articolo del 07/04/2020
APPUNTI RAPIDI di DIAGNOSI e TERAPIA EMPIRICA per MEDICI di MEDICINA GENERALE
Categoria: Speciale Covid per MMG

maggiori informazioni ››

Copyright © 2017, C.G. Edizioni Medico Scientifiche S.r.l. con socio unico  -  Tutti i diritti Riservati  -  P.iva 02571140017
Privacy e Condizioni   -  Via Brissogne, 11 - 10142 Torino  -  E-mail: cgems.clienti@cgems.it  -  Admin
Created by GIGA Studio