Carrello C.G. Edizioni Medico Scientifiche          Facebook C.G. Edizioni Medico Scientifiche    Google + C.G. Edizioni Medico Scientifiche    Linkedin C.G. Edizioni Medico Scientifiche    Newsletter C.G. Edizioni Medico Scientifiche
C.G. EDIZIONI MEDICO SCIENTIFICHE    /    +39 011 37.57.38    /    cgems.clienti@cgems.it    /    accedi all'area
- News -
Cerca nelle News






Newsletter

Iscriviti alle nostre newsletter di aggiornamento scientifico

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione


Privacy Policy

‹‹ Le nostre News




Articolo del 27/05/2014

Categoria: Decidere in Medicina

Il vomito da solo non sufficiente per predire lesioni nei bambini


a cura di


Il trauma cranico è un evento comune nei bambini, ed è molto importante (considerato il particolare rischio radiologico a questa età) avere dei criteri per decidere chi deve essere sottoposto a TC e chi no. Per questo abbiamo a disposizione alcuni criteri clinici decisionali, che spesso considerano la presenza di episodi di vomito un “fattore di rischio”. Detto ciò, quello che non si sa è se la presenza del vomito isolato, in assenza cioè di altri segni e sintomi, debba essere o meno considerato un elemento clinico che richieda approfondimenti diagnostici.

Da poco sono stati pubblicati sulla rivista Annals of Emergency Medicine i risultati di uno studio (analisi secondaria di un multicentrico su 42.112 bambini) che ha confrontato, in soggetti con trauma cranico minore, la prevalenza di lesioni traumatiche craniche importanti clinicamente in bambini con o senza vomito isolato.



L’analisi ha dato I seguenti risultati: 5,557 (13.2%) soggetti aveva storia di vomito, e lo 0.2% degli 815 con vomito isolato, mostrava lesioni traumatiche importanti clinicamente, contro il 2.5% nei soggetti con vomito non isolato.

Gli autori concludono affermando che, nei bambini con trauma cranico chiuso minore, le lesioni traumatiche cerebrali alla TC non sono di comune riscontro quando il vomito è l’unico segno o sintomo, e che le lesioni traumatiche di rilevanza clinica sono addirittura rare. Consigliano, pertanto, di osservare i bambini in Pronto Soccorso prima di decidere se sia o meno indicato esporli ad un esame TC. Questo sembra ragionevole considerando che si tratta di una analisi secondaria su un volume così alto di pazienti. Attenzione però! Per gli americani il termine “bambini” si riferisce a soggetti fino ai 18 anni di età (e infatti questo era il loro criterio di inclusione).

Gemma C Morabito, Dirigente medico Medicina d’Urgenza e Pronto Soccorso, AO Sant’Andrea di Roma. Dayan PS et al. Association of traumatic brain injuries with vomiting in children with blunt head trauma. Ann Emerg Med. 2014;63:657-665.
 



CGEMS consiglia ...


Copyright © 2017, C.G. Edizioni Medico Scientifiche S.r.l. con socio unico  -  Tutti i diritti Riservati  -  P.iva 02571140017
Privacy e Condizioni   -  Via Brissogne, 11 - 10142 Torino  -  E-mail: cgems.clienti@cgems.it  -  Admin
Created by GIGA Studio