Carrello C.G. Edizioni Medico Scientifiche          Facebook C.G. Edizioni Medico Scientifiche    Google + C.G. Edizioni Medico Scientifiche    Linkedin C.G. Edizioni Medico Scientifiche    Newsletter C.G. Edizioni Medico Scientifiche
C.G. EDIZIONI MEDICO SCIENTIFICHE    /    +39 011 37.57.38    /    cgems.clienti@cgems.it    /    accedi all'area
- News -
Cerca nelle News






Newsletter

Iscriviti alle nostre newsletter di aggiornamento scientifico

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione


Privacy Policy

‹‹ Le nostre News




Articolo del 01/07/2015

Categoria: Decidere in Medicina

Presincope


a cura di


Pubblicato il 01/07/2015 da Gemma C. Morabito

L’Italia è il Paese degli spaghetti e della fantasia. Sarà il sole, sarà il nostro modo (non necessariamente negativo) di vivere rilassati, fatto sta che mentre noi spesso facciamo e parliamo delle cose senza troppo preoccuparci delle conseguenze, a livello Internazionale si discute e si fanno numerosi tentativi di codificare la terminologia impiegata nella pratica medica per avere un’omogeneità di intenti e di definizioni. La cosa non è di poco conto, considerando che la letteratura produce evidenze a partire da definizioni e nomi di malattie. Comunque sia, ben consapevole che non sarò io a cambiare questa cattiva abitudine, ho pensato di cominciare a dedicarmi allo studio delle definizioni e cercare di imparare qualcosa. E oggi partiamo parlando di un sintomo di presentazione spesso motivo di visita medica.



La Presincope
La Presincope è definita come esordio improvviso di una sensazione d’imminente perdita di coscienza, che però è mantenuta. Il Sintomo Presincope (che in Italia molti continuano a chiamare “lipotimia” o “prelipotimia” nonostante le indicazioni contrarie date dalle società scientifiche) è riportato quando il paziente avverte una sensazione di confusione o instabilità, nausea, sudorazione o perdita della vista di breve durata (da pochi secondi a qualche minuto). Il disturbo cessa prima che si verifichi una perdita dello stato di coscienza, elemento fondamentale per distinguerla dalla Sincope, dove c’è una vera e propria “perdita improvvisa di coscienza con pronta ripresa senza reliquati”. La costellazione di sintomi che abbiamo elencato nella Presincope, però, sono sempre accompagnati a una “sensazione di perdita di coscienza”, cosa che differenzia, quindi, la Presincope anche da altri sintomi che spesso senza troppi problemi mettiamo tutti nello stesso calderone: vertigini o instabilità (nei quali questa “sensazione” non c’è).

La Presincope può essere causata da diverse condizioni sottostanti, anche serie e non sempre è facile predire il rischio che ha un paziente che va incontro a questo disturbo. Lo dobbiamo dimettere? Lo dobbiamo studiare e come? In un recente articolo pubblicato sugli Annals of Emergency Medicine, gli autori hanno cercato di valutare la frequenza di vista in Pronto Soccorso con questo disturbo, la loro gestione, outcomes a 30 giorni e abilità del medico di predirlo. Nella loro ricerca hanno individuato 881 pazienti di età media pari a circa 55.5 anni. Il disturbo rappresentava lo 0.5% delle visite in PS e il 4.7% dei soggetti studiati era stato ricoverato. Degli 840 pazienti inviati al domicilio, 740 hanno avuto un follow up a 30 giorni e l’1.9% ha presentato outcomes severi. L’abilità del medico di predire questi outcomes severi era assai variabile, dimostrando così una difficoltà a riconoscere i pazienti a rischio. Gli autori concludevano sottolineando come fossero necessari ulteriori studi per identificare quali fattori di rischio di outcomes sfavorevoli possano essere identificati per decidere sulla dimissione. Ma mentre la ricerca farà il suo corso, noi intanto cominciamo a parlare la stessa lingua.

Gemma C Morabito, Dirigente medico UOC Medicina d’urgenza e Pronto Soccorso, Ospedale Sant’Andrea di Roma. Thiruganasambandamoorthy V. et al. Outcomes in Presyncope Patients: A Prospective Cohort Study, Ann Emerg Med. 2015;65:268-276.


CGEMS consiglia ...


Copyright © 2017, C.G. Edizioni Medico Scientifiche S.r.l. con socio unico  -  Tutti i diritti Riservati  -  P.iva 02571140017
Privacy e Condizioni   -  Via Brissogne, 11 - 10142 Torino  -  E-mail: cgems.clienti@cgems.it  -  Admin
Created by GIGA Studio