Carrello C.G. Edizioni Medico Scientifiche          Facebook C.G. Edizioni Medico Scientifiche    Linkedin C.G. Edizioni Medico Scientifiche    Newsletter C.G. Edizioni Medico Scientifiche
C.G. EDIZIONI MEDICO SCIENTIFICHE    /    +39 011 37.57.38    /    cgems.clienti@cgems.it    /    accedi all'area
- News -
Cerca nelle News






Newsletter

Iscriviti alle nostre newsletter di aggiornamento scientifico.

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione.


Privacy Policy

‹‹ Le nostre News




Articolo del 27/01/2017

Categoria: Giurisprudenza sanitaria

Il malato di SLA ha diritto di ottenere il distacco della macchina che lo tiene in vita


a cura di Sergio Fucci


Soggetti interessati: Medici
 
Il 03/11/16, giunto il provvedimento emesso in data 06/07/2016 dal Giudice Tutelare (G.T.) di Cagliari, è stata eseguita l’interruzione di un trattamento di sostegno vitale realizzato con un respiratore artificiale che teneva in vita un malato di SLA, su sua conforme reiterata richiesta, supportata dal suo amministratore di sostegno.


Il paziente, che era competente e capace di decidere, è quindi deceduto in una struttura pubblica dopo una lunga e insopportabile malattia.
Questo provvedimento conferma il diritto di ciascun malato di rifiutare le cure, anche quelle salvavita, non essendo un dovere il vivere o il curarsi, salve le ipotesi (inesistenti nella fattispecie) dei trattamenti sanitari obbligatori per legge.
Il G.T. nel suo provvedimento ha disposto che l’interruzione del trattamento doveva avvenire in un hospice o altro luogo di cura equivalente e essere accompagnato, qualora opportuno, dalla somministrazione di presidi farmaceutici atti a prevenire dolore e ansia (nel dosaggio funzionale a tale scopo) ed ha ricordato che è un dovere della struttura pubblica non ostacolare ingiustamente l’esercizio di questo diritto.
Sono passati molti anni dal caso Welby e il tema del rifiuto delle cure ritorna di attualità, mentre pende presso la Commissione Affari Sociali della Camera dei Deputati l’esame di un DDL diretto a disciplinare il consenso e il dissenso informato, le dichiarazioni anticipate di trattamento (DAT) nonché la pianificazione condivisa delle cure nella relazione medico-paziente, quest’ultima con particolare riferimento ad una patologia cronica invalidante già diagnosticata.






CGEMS consiglia ...


Copyright © 2021, C.G. Edizioni Medico Scientifiche S.r.l. con socio unico  -  Tutti i diritti Riservati  -  P.iva 02571140017
Indirizzo: Via Brissogne, 11 - 10142 Torino  -  E-mail: cgems.clienti@cgems.it  -  Admin