Carrello C.G. Edizioni Medico Scientifiche          Facebook C.G. Edizioni Medico Scientifiche    Google + C.G. Edizioni Medico Scientifiche    Linkedin C.G. Edizioni Medico Scientifiche    Newsletter C.G. Edizioni Medico Scientifiche
C.G. EDIZIONI MEDICO SCIENTIFICHE    /    +39 011 37.57.38    /    cgems.clienti@cgems.it    /    accedi all'area
- News -
Cerca nelle News






Newsletter

Iscriviti alle nostre newsletter di aggiornamento scientifico

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione


Privacy Policy

‹‹ Le nostre News




Articolo del 30/07/2019

Categoria: Giurisprudenza sanitaria

Accertamento del nesso di causalità tra emotrasfusioni di sangue infetto e patologia conseguente al virus HCV


a cura di Sergio Fucci


In una controversia relativa alla responsabilità del Ministero della Salute per omesso controllo del sangue utilizzato in trasfusioni effettuate negli anni 1972 e 1974 in strutture sanitarie in favore di un soggetto, ivi ricoverato in seguito a lesioni patite in un sinistro stradale e poi deceduto a distanza di anni (nel 2006) per una malattia linfoproliferativa, la Corte di Cassazione, terza sezione civile, con la recente sentenza n. 17433/2019, depositata il giorno 28/06/2019, ha affermato che è conforme al principio giurisprudenziale dell‘accertamento del nesso causale tra patologia e condotta incriminata in base alla regola del "più probabile che non" il giudizio espresso dal consulente d'ufficio, che ha rilevato che con elevata frequenza la patologia conseguente al virus HCV determina il "Linfoma non Hodgkin”.



Nel caso di specie, d’altra parte, l'insorgenza del linfoma è risultata essere temporalmente prossima all'infezione da HCV, circostanza questa che costituisce ulteriore elemento che avvalora il giudizio scientifico di causalità operato dal CTU.

Il ricorso sul punto del Ministero è stato quindi respinto in difetto del riscontro di cause alternative della patologia (in nessun modo evidenziate dall’amministrazione ricorrente) proprio perché il CTU nel suo elaborato aveva affermato che, sulla base di conoscenze scientifiche ormai consolidate, si ritiene che le malattie linfatiche hanno, con elevata frequenza, nella loro genesi, una infezione da HCV, in particolare in aree di endemica infezione come l'Italia.



Copyright © 2017, C.G. Edizioni Medico Scientifiche S.r.l. con socio unico  -  Tutti i diritti Riservati  -  P.iva 02571140017
Privacy e Condizioni   -  Via Brissogne, 11 - 10142 Torino  -  E-mail: cgems.clienti@cgems.it  -  Admin
Created by GIGA Studio