Carrello C.G. Edizioni Medico Scientifiche          Facebook C.G. Edizioni Medico Scientifiche    Google + C.G. Edizioni Medico Scientifiche    Linkedin C.G. Edizioni Medico Scientifiche    Newsletter C.G. Edizioni Medico Scientifiche
C.G. EDIZIONI MEDICO SCIENTIFICHE    /    +39 011 37.57.38    /    cgems.clienti@cgems.it    /    accedi all'area
- News -
Cerca nelle News






Newsletter

Iscriviti alle nostre newsletter di aggiornamento scientifico

Quando invii il modulo, controlla la tua inbox per confermare l'iscrizione


Privacy Policy

‹‹ Le nostre News




Articolo del 29/04/2019

Categoria: Giurisprudenza sanitaria

Falso ideologico in atto pubblico


a cura di Sergio Fucci


Soggetto interessato: Medico
 


La Corte di Cassazione, quinta sezione penale, con la recente sentenza n. 8713/2019, depositata il giorno 28/02/2019, ha affermato che, anche nel caso di attività di verifica delle attitudini psico-fisiche richieste per il conseguimento della patente di guida espletata in regime privatistico, il medico accertatore riveste la qualità di pubblico ufficiale sicché risponde del reato di cui all’art. 479 c.p. qualora attesti falsamente di avere eseguito una visita non effettuata.

La Suprema Corte ha sottolineato che in tema di falsità documentale rileva il carattere dell’attività in concreto esercitata dal soggetto indipendentemente dall’eventuale rapporto di dipendenza tra il medico e la pubblica amministrazione.

L’esercizio di una pubblica funzione e non di un semplice servizio di pubblica necessità ex art. 359 c.p. è circostanza utile ad escludere la sussistenza del meno grave reato di falso ideologico in certificato di cui all’art. 481 c.p. invocato dalla difesa dell’imputato.



Copyright © 2017, C.G. Edizioni Medico Scientifiche S.r.l. con socio unico  -  Tutti i diritti Riservati  -  P.iva 02571140017
Privacy e Condizioni   -  Via Brissogne, 11 - 10142 Torino  -  E-mail: cgems.clienti@cgems.it  -  Admin
Created by GIGA Studio